forum di libri
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

In uscita un nuovo film sull'Alzheimer

Andare in basso

In uscita un nuovo film sull'Alzheimer Empty In uscita un nuovo film sull'Alzheimer

Messaggio  Poppea il Gio Ott 14, 2010 9:52 pm



"Una sconfinata giovinezza"
Nel suo nuovo film, "Una sconfinata giovinezza", il regista bolognese Pupi Avati ha scelto una storia insieme dolorosa e serena, quella di Lino (Fabrizio Bentivoglio) e Chicca (Francesca Neri), stimati professionisti, felicemente sposati da una vita. "Come si dice quando uno interviene interrompendo due che stanno parlando?". Questa domanda di Lino, giornalista sportivo, è la prima avvisaglia dell'Alzheimer che avanza, impietoso, cancellando il medio e il breve termine, e riportando a galla soltanto le memorie di un passato lontano. Una forma di regressione che il film restituisce alternando i piani temporali, e indovinando soprattutto nei flashback, personaggi e atmosfere tipicamente avatiane. "L'Alzheimer è il morbo dei parenti, non dei malati", spiega l'autore, riferendosi alle sofferenze che vive chi fa i conti con un familiare che, prima o poi, smette di riconoscere anche gli affetti più cari: "Non ho voluto speculare sul dolore, aggiungere disperazione a disperazione, ma raccontare come, per quanto terribile, la malattia sia un'esperienza che, certo terribile, può comunque essere accolta nella nostra vita". "Questo film – continua Avati – può essere visto come una favola per bambini: Chicca e Lino si amano tanto, ma non sono riusciti ad avere figli: finché Lino non torna bambino, e Chicca si trova ad accudire il figlio che non ha mai avuto".

(Fonte: Centro Maderna - CinEuropa.org)

Sinossi
Lino Settembre e sua moglie Chicca hanno condotto un'esistenza felice e appagata si a livello personale che professionale e anche la loro vita coniugale, nonostante la mancanza di figli, è scorsa serena e senza serie difficoltà per venticinque anni. Tuttavia, Lino ad un certo punto inizia ad accusare problemi di memoria che lentamente diventano sempre più gravi, compromettendo via via il quotidiano svolgersi delle sue attività. Dopo una serie di accertamenti, Lino e Chicca ricevono la ferale notizia che l'uomo è affetto da una patologia degenerativa delle cellule cerebrali. Con il tempo la malattia avanza e Lino si allontana sempre più dal presente vivendo una drammatica "regressione", ma sua moglie, rifiutando qualsiasi ipotesi di abbandono ed esclusione, decide di restare accanto all'uomo che ama ad ogni costo.

Per ulteriori informazioni:
http://www.cineuropa.org/newsdetail.aspx?lang=it&documentID=151307
http://www.unasconfinatagiovinezza.it/it/home/

Poppea

Messaggi : 252
Data di iscrizione : 06.06.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum